nuovi uffici domus officina ancona

I nuovi uffici Domus Officina: dal 2023 in corso Garibaldi ad Ancona

I nuovi uffici Domus Officina: dal 2023 in corso Garibaldi ad Ancona

Domus Officina cresce, e con lei i suoi spazi: per accogliere un team in costante sviluppo, l’azienda immobiliare ha deciso di trasferire le sue attività in uffici più ampi e più in linea con i recenti sviluppi aziendali.

Ospitati all’interno di un palazzo storico di pregio, i nuovi uffici di Domus Officina avranno sede in corso Garibaldi ad Ancona e sono caratterizzati dalla presenza di elementi architettonici d’epoca nelle stanze principali.

L’intero immobile verrà ristrutturato da aziende artigiane del luogo e arredato con arredamenti dal design essenziale della Lago, che si sposano perfettamente con lo stile dei primi del ‘900.

Il trasferimento effettivo del team è previsto fra dicembre 2022 e gennaio 2023. Nel frattempo, di seguito, un assaggio dei nuovi uffici Domus Officina allo stato attuale:


Domus Officina residenze di pregio marchefra passato, presente e futuro: intervista a Francesca Chirivì

Domus Officina fra passato, presente e futuro: intervista a Francesca Chirivì

Domus Officina fra passato, presente e futuro: intervista a Francesca Chirivì

Come ha reagito Domus Officina agli straordinari eventi che hanno interessato il mondo negli ultimi anni? Quali sviluppi e quali sfide la attendono ora? Ne parliamo con Francesca Chirivì, responsabile comunicazione e marketing della società immobiliare marchigiana. 

Guerre, pandemia, difficoltà nell’approvvigionamento dei materiali: come ha reagito Domus Officina alle difficoltà di quest’ultimo periodo?

Francesca Chirivì responsabile Marketing e Comunicazione di Domus Officina, residenze di rpegio marche

Abbiamo registrato un 2021 molto positivo. Nonostante i mille ostacoli, i lavori in corso sono andati avanti speditamente, rispettando le tempistiche previste, e sono stati aperti nuovi cantieri.

Tutte le abitazioni sono state vendute e abbiamo già una lista d’attesa per i prossimi immobili che andremo a costruire: direi che Domus Officina sta reggendo in maniera ottimale il colpo subito dal settore delle costruzioni da parte delle difficili condizioni internazionali.

Quali sono secondo te i fattori che hanno permesso a Domus Officina di reagire in maniera così positiva?

Credo che il motivo principale risieda nel tipo di offerta immobiliare che siamo abituati a proporre. Evidentemente il nostro modo di costruire è molto attraente, soprattutto in periodi di crisi come questo, complice soprattutto la volontà di essere indipendenti dal gas e la recente e sempre più ampia attenzione per la sostenibilità degli edifici (che noi intercettiamo da tempo).

I nostri immobili sono infatti gas free e quasi totalmente autosufficienti dal punto di vista energetico (molti di loro rientrano in classe energetica nZEB, Nearly Zero Energy Builiding). Quello che un tempo era un trend, ora sta diventando quasi una necessità per chi compra una nuova casa.

Domus Passetto, da questo punto di vista, è diventato anche un caso di studio per la Facoltà di Ingegneria Edile e Architettura dell’Università di Ancona che il 27 aprile 2022 è venuta a fare visita al cantiere per studiarne da vicino le peculiarità costruttive.

Parliamo di futuro: quali orizzonti si aprono per Domus Officina e in quale direzione si sta muovendo l’azienda?

Il futuro di Domus Officina prevede innanzitutto cantieri. Da poco abbiamo aperto quello di Domus Passeggi a Fano e un altro verrà aperto ad Ancona.

In secondo luogo ci stiamo muovendo per allargare il nostro team a nuove figure professionali: l’idea è quella di potenziare sempre più l’organico interno in maniera da riuscire a coordinare in prima persona tutti i cantieri e le aziende con cui collaboriamo.

Ma per fare ciò abbiamo sentito la necessità di allargare gli spazi dedicati ai nostri uffici. Ed è per questo che abbiamo acquistato un nuovo grande spazio in centro ad Ancona che da fine anno farà da sede operativa di Domus Officina e che vi presenteremo meglio in futuro con un articolo sul nostro blog.

 


Domus Passeggi, Fano: lo stato lavori ad aprile 2022

Domus Passeggi, Fano: lo stato lavori ad aprile 2022

Proseguono i lavori di costruzione di Domus Passeggi, la residenza di prestigio che Domus Officina sta realizzando a Fano (PU).

Successivamente alla demolizione dell’edificio preesistente (una villa bifamiliare) e alla pulizia della sede di scavo, è stato effettuato lo sbancamento dell’area che costituirà il piano -1 dell’edificio, futura sede dei garage per le auto. 

Attualmente è in fase di realizzazione la fondazione dell’edificio, a opera dell’impresa Ripanti di Fano. 

I prossimi passi prevedono la prosecuzione della costruzione della struttura in cemento armato dell’edificio, che a sua volta prevede l’armatura dei pilastri e la creazione del solaio fra il piano -1 e il piano terra. 

Successivamente verranno armati nuovi pilastri per la costruzione dei piani superiori fino al piano terzo, sul quale, a completamento della struttura in cemento armato, verrà realizzato il tetto (solaio di copertura).

Domus Passeggi è un residenza di pregio di classe energetica NZeb (Nearly Zero Energy Building). Questo grazie alle sue prestazioni energetiche di altissimo livello garantite, fra le altre cose, da impianti fotovoltaici a servizio di ogni unità immobiliare, agli impianti di riscaldamento e raffrescamento a pavimento tramite pompa di calore.

Domus Passeggi è inoltre un edificio Gas Free; non richiede dunque l’utilizzo di gas e fonti fossili.

Esternamente l’edificio è caratterizzato da pannelli frangisole in alluminio che conferiscono carattere ed eleganza all’estetica del progetto.

L’immobile è costituito da 8 unità immobiliari; le due a piano terra dispongono di giardino privato, mentre le rimanenti sono dotate di terrazzi e ampi balconi.

La fine dei lavori è prevista per il 30/09/2023.

Per altre informazioni su Domus Passeggi o su altri immobili di pregio Domus Officina

Contattaci >

La mission di Domus Officina 3) Diffondere cultura e qualità della vita

La mission di Domus Officina 3) Diffondere cultura e qualità della vita

Negli articoli precedenti abbiamo scritto di come l’obiettivo prioritario di Domus Officina sia quello di proporre un’idea dell’abitare che metta al centro di tutto la qualità della vita, attraverso la progettazione di immobili tecnologicamente avanzati con uno sguardo sempre rivolto alla sostenibilità ambientale e al risparmio energetico.

Ma siamo ben consapevoli che la vita non si esaurisce all’interno delle mura domestiche; pensiamo che il concetto di “qualità della vita” vada esteso a ogni ambito del nostro vivere quotidiano e che non c’è qualità della vita senza soddisfazione dell’anima e dei suoi bisogni.

Ed è da questi presupposti che è nata Quarta Dimensione, il progetto Domus Officina dedicato alla diffusione della musica e delle arti.

Quarta Dimensione nasce dalla convinzione che la cultura abbia il potere di arricchire la vita quotidiana aiutandoci a capire i cambiamenti che avvengono in noi e nel mondo. La sfida di Quarta Dimensione è quella di creare o, meglio, ricreare all’interno dei cantieri Domus Officina un luogo di incontro tra opera in costruzione e opera in rappresentazione.

Il progetto ha visto fino a oggi l’esecuzione di due performance all’interno del cantiere di Domus Passetto, ad Ancona. La prima, “PIANO -1 = CLASSIC MUSIC”, ha visto l’esibizione il 21 marzo 2021 di tre musicisti marchigiani che hanno interpretato brani celebri della tradizione musicale internazionale.

La seconda, “PIANO 0 = CONTEMPORARY ART”, ha avuto luogo il 9 maggio 2021 e ha visto l’esecuzione in diretta della performance artistica di Lisa Gelli e Stefano Fagnani in arte “Stev”, fra musica elettronica e arte pittorica. 

Ma il progetto Quarta Dimensione non finisce qui. Nuovi progetti e nuovi eventi sono previsti per il 2022: e tu, ci sarai?


Domus Officina e Legolize - Collaborazione

Domus Officina e Legolize: ridere… è una cosa seria!

Domus Officina e Legolize: ridere… è una cosa seria! 

Terminato il 2021, è terminata anche la felicissima collaborazione fra Domus Officina e Legolize, la community di vignette a tema Lego che tanto spopolano sulle nostre bacheche social.

Il “Legolize Project”, nato con la volontà di diversificare la comunicazione digitale di Domus Officina, è durato circa otto mesi e ha permesso a Domus Officina di far conoscere i propri valori aziendali al grande pubblico dei social network, in particolare a quello presente su LinkedIn, arrivando a raggiungere circa 45 mila persone con una singola vignetta.

L’ironia come chiave di lettura non convenzionale di argomenti percepiti spesso come pesanti o noiosi, ma che in realtà sono parte integrante della nostra vita di tutti i giorni, come il vivere all’insegna della sostenibilità ambientale, le tecnologie domotiche, il risparmio energetico, ecc.

Abbiamo raccolto in questa pagina tutte le vignette realizzate da Legolize per Domus Officina. Perché “ridere è una cosa seria”, anche quando si tratta di semplici costruzioni Lego. 


ancona città turismo case in vendita pregio

Scopri le bellezze turistiche di Ancona, con Domus Officina!

Scopri le bellezze turistiche di Ancona, con Domus Officina!

Stai programmando un viaggio fra autunno e inverno ma sei indeciso sulla meta? Sapevi che Ancona è da sempre meta turistica di migliaia di visitatori ogni anno?

Questo grazie alla sua privilegiata posizione geografica che la rende facilmente raggiungibile da tutta Italia, ma anche da Croazia, Grecia e paesi dell’Est Europa. Ancona è inoltre punto di partenza ideale per visitare il parco del Conero e località come Loreto, Offagna e le Grotte di Frasassi.

Senza dimenticare, ovviamente, le bellezze storiche e turistiche che offre la città stessa, fra le quali ricordiamo:

  • piazza Cavour e il Viale della Vittoria, punto nevralgico di tutta la città
  • la cattedrale di San Ciriaco, sulla cima di Monte Guasco e l’Arco dell’imperatore Traiano
  • il monumento in marmo del 1930 dalle tonalità bianche del quartiere Passetto
  • la spiaggia cittadina del Passetto.

Ancona è anche depositaria di una grande tradizione culinaria che si tramanda da secoli. Fra i piatti tipici del capoluogo marchigiano ricordiamo gli spaghetti coi moscioli selvatici di Portonovo (spaghetti con le cozze presidio slow food), lo stoccafisso all’anconetana, la crema fritta, i vincisgrassi (versione anconetana delle tradizionali lasagne).

Come non citare poi il Rosso Conero, vino DOCG la cui produzione è consentita solo nella zona del Monte Conero.

Ci vediamo ad Ancona, senza dimenticarci le parole dello scrittore Dino Garrone:

“Ad Ancona bisogna arrivarci alle tre del pomeriggio, e con il sole. La città sembra allora una zebra; strisce fonde e scure di vicoli si alternano con fasce abbaglianti e trasversali. Un paio di finestre dal riflesso stralucente fanno gli occhi. Poi se passa una nube, la zebra si muta in un cammello inginocchiato, e si aspetta di vederlo alzare da un momento all’altro, col baldacchino di San Ciriaco sulla gobba, il santo che si sporge vestito di rajah”.


La mission di Domus Officina 2) Costruire un futuro sostenibile!

La mission di Domus Officina 2) Costruire un futuro sostenibile!

Non solo realizzare la casa dei tuoi sogni, l’obiettivo di Domus Officina è quello di rispondere in maniera corretta alle più importanti e urgenti sfide che ci pone il futuro, partendo innanzitutto dal tema della sostenibilità.

Sostenibilità intesa come rispetto del territorio e dell’ambiente, ma anche come efficienza energetica degli immobili e di conseguente risparmio in termini di consumi.

Ogni realizzazione Domus Officina, infatti, risponde a severi requisiti di sostenibilità ambientale grazie anche a elementi che si possono ritrovare comuni a tutti gli edifici:

  • Tutti gli immobili sono come minimo in classe A, fino ad arrivare alla classe NZEB di Domus Passetto. L’acronimo NZEB sta per Nearly Zero Energy Building e indica un edificio ad altissima prestazione energetica il cui fabbisogno energetico è quasi nullo ed è coperto in misura significativa da energia da fonti rinnovabili, prodotta all’interno dell’edificio stesso.
  • Ogni edificio Domus Officina prevede la totale eliminazione della linea del gas e l’utilizzo di pompe di calore ad alta efficienzaper produrre riscaldamento, acqua calda e elettricità per le piastre a induzione in cucina. L’energia sufficiente ad azionare le pompe si produce con i pannelli solari e i costi energetici di chi utilizza una pompa di calore per scaldare casa si abbassano drasticamente (dal 30% al 50% in meno) rispetto a chi utilizza il metano. Quella delle pompe di calore è inoltre una tecnologia sicura perché tiene al riparo l’abitazione da eventuali fughe o esplosioni.
  • Nei box auto degli immobili Domus Officina sono presenti le colonnine per le ricariche delle auto elettriche, per un’attenzione totale all’ambiente che ci circonda.

Contattaci per altre informazioni su Domus Officina!


Mission Domus Officina: Realizzare la Casa dei tuoi Sogni

La mission di Domus Officina 1) Realizzare la casa dei tuoi sogni!

Il payoff associato al marchio Domus Officina è “La tua casa del futuro è già qui”. Non lo abbiamo scelto per caso; lo abbiamo scelto perché dentro vi si possono leggere in controluce tutti gli elementi che contraddistinguono la mission aziendale di Domus Officina: proporre ai clienti una casa ubicata in contesti esclusivi, che sia tecnologicamente avanzata e che guardi con attenzione ai temi della sostenibilità ambientale e del risparmio energetico.

Ma non solo: un altro degli obiettivi aziendali di Domus Officina è quello di diffondere cultura e amore per il territorio. Ed è per questo motivo che è nata Quarta Dimensione, l’iniziativa parallela di diffusione dell’arte che ha nei cantieri Domus Officina il suo cuore pulsante. 

Domus Officina: la tua casa del futuro è già qui!

Ogni progetto Domus Officina rispetta criteri imprescindibili, senza i quali non sarebbe un progetto Domus Officina. Ogni immobile infatti:

  1. trova ubicazione in un contesto bello ed esclusivo sulla fascia costiera delle Marche: centri storici, promontori vista mare, parchi e aree verdi, ecc..
    Ad esempio Villa Molini, a Sirolo, realizzata nel cuore del Parco del Conero e a due passi dal mare. Oppure Domus Passeggi costruita a pochi metri dal quartiere verde dei Passeggi di Fano.  
     
  2. è dotato di tecnologie costruttive all’avanguardia che migliorano notevolmente la qualità della vita (ad esempio la ventilazione meccanica assistita che fa sì che nella casa circoli sempre aria fresca e pulita senza la necessità di aprire le finestre)
     
  3. è dotato di impianti domotici di ultima generazione che consentono ad esempio di disporre di scenari di luce personalizzati, gestione della climatizzazione, apertura e chiusura tapparelle temporizzate, comandi vocali per ascoltare la musica, elettrodomestici sintonizzati e programmabili da remoto, allarme di sicurezza, ecc.

Scopri tutte le realizzazioni Domus Officina alla pagina dedicata! > 


villa di pregio parco del conero sirolo

Villa Molini: se è in classe A3, ci sarà un perché!

Villa Molini è la residenza di pregio che Domus Officina sta realizzando a Sirolo, nel cuore del parco del Conero.

La sostenibilità ambientale è il valore imprescindibile su cui si basa l’intero progetto. Tutto è stato studiato per ridurre al minimo consumi e dispersioni, secondo i più severi principi di efficienza energetica. 

Grazie a impianti di ultima generazione e alla selezione dei materiali di costruzione, gli appartamenti di Villa Molini otterranno agevolmente una certificazione energetica di classe A3, superiore a quella richiesta dalla normative di costruzione vigenti.

  • Gestione del caldo attraverso pavimento radiante a bassa inerzia termica. Questa soluzione comporta notevoli vantaggi non solo di natura energetica: spazi più ampi e dall’aspetto gradevole, possibilità di organizzare liberamente l’arredamento, minor circolazione delle polveri, minore umidità delle strutture.
  • Impianti di ventilazione meccanica controllata per il rinnovo dell’aria attraverso recupero di calore, in modo da abbattere ulteriormente il dispendio di energia necessaria al comfort.
  • Pompa di calore elettrica autonoma e ad alta efficienza per scaldare l’acqua sanitaria ed evitare così l’utilizzo della caldaia.
  • Sistema di addolcimento centralizzato di ultima generazione per il trattamento dell’acqua sanitaria. Vantaggi: evita la rottura preventiva degli elettrodomestici ed elimina le incrostazioni sui sanitari a causa dell’elevata durezza dell’acqua. Possibilità di sistema localizzato per avere acqua microfiltrata, liscia a temperatura ambiente, liscia fredda, gassata fredda, semplicemente aprendo il rubinetto,
  • Moduli fotovoltaici ad alta efficienza, e indipendenti per ogni unità abitativa, per il comfort delle singole abitazioni e per il funzionamento dei sistemi elettrici. 
  • Soluzioni opzionali di ricarica elettrica per posti auto attraverso l’installazione di impianti fotovoltaici ad hoc presso le pensiline esterne. 

Scopri di più sulla residenza Villa Molini a Sirolo alla pagina del progetto >


domus europa residenza di pregio fano marche

Fine lavori a Domus Europa, ne parliamo con il direttore dei lavori Federico Gaggiottini

Domus Europa è “il complesso residenziale dal cuore verde e sostenibile” che Domus Officina ha realizzato a Fano, in viale Europa. I lavori sono terminati a Dicembre 2020 e, come da progetto, hanno portato alla realizzazione di un edificio moderno, sostenibile e costantemente in dialogo con il quartiere circostante grazie a generosi inserti di verde negli spazi privati esterni e nelle aree condominiali.

 Federico Gaggiottini è titolare dello studio ODG Architecture&Engineering che per Domus Europa si è occupato della progettazione dell’immobile e della direzione dei lavori. Abbiamo chiacchierato con lui dell’edificio, della sua sostenibilità ambientale e del concetto di modernità che trova applicazioni in diversi aspetti di Domus Europa.

Federico, qual è stato il concept su cui avete realizzato il progetto Domus Europa?

Siamo molto soddisfatti del lavoro svolto con Domus Europa. La residenza sorge all’interno di un quartiere prestigioso di Fano, quello del Poderino; quartiere storico, caratterizzato dalla presenza di edifici dai volumi contenuti, spesso a carattere unifamiliare come ville e villette circondate da viali alberati e da ampi spazi verdi.

Il progetto non poteva che rispecchiare queste caratteristiche: un edificio innovativo, moderno e completamente autosufficiente dal punto di vista dell’approvvigionamento energetico, capace di instaurare un dialogo fruttuoso con gli edifici circostanti. 

A lavori terminati, pensi che siate riusciti a soddisfare le aspettative di committenza e clienti?

Decisamente. Per noi il rispetto del progetto nella realizzazione finale di un edificio è fondamentale e di questo dobbiamo ringraziare anche la committenza che ha avuto il coraggio di attuare idee innovative. 

Prima, parlando di Domus Europa, hai fatto riferimento al concetto di modernità: in cosa si può definire moderno questo edificio?

Innanzitutto nelle linee progettuali. Non si può definire Domus Europa un edificio “classico”. Le sue linee pulite e lineari, insieme al rivestimento esterno in gres porcellanato, lo rendono un edificio fortemente contemporaneo dal punto di vista estetico.

E poi la questione impiantistico-energetica. Ogni utenza immobiliare di Domus Europa è stata pensata in maniera autonoma, con un impianto fotovoltaico dedicato, un sistema di riscaldamento a pavimento e un raffrescamento ad aria, il tutto gestito da una pompa di calore personalizzata in funzione delle dimensione delle unità abitattve al fine di ottimizzare efficienza e consumi.

L’efficienza energetica dell’edificio viene coadiuvata inoltre dalla presenza delle facciate ventilate che apportano molti vantaggi anche in termini di isolamento e protezione della struttura, eliminando quasi totalmente la probabilità di eventuali e future spese di manutenzione esterna delle facciate.

Visita la pagina di Domus Europa per scoprire di più sul progetto e vedere le immagini della residenza completata >